GSMWORLD.it



WAP
Home

Introduzione
Cos'é Wap?
Il WAP Forum
Perché Wap?
Architettura
WAP Gateway
WAP e Web server
Sicurezza
Stack WAP

Configurazione
FAQ
Glossario

WML
TUTORIAL
Indice
Cos'é il WML?
La sintassi
Formattazione
Il primo deck
Tag 'DO'
Link
Template e timer
Immagini
Variabili
Un deck completo
Form e input
Form e select
WAP browser
I nostri consigli

Risorse/Emulatori
Risorse/Toolkit

GSMWORLD
Home
Tecnologia
News
Ricerca
Glossario
Contattaci


Ricerca
Ricerca un termine
in GSMWORLD:



webstat
GSMWORLD.it

WAP: il futuro nel telefonino

Tutorial WML

 

Lezione 5.
IL TAG "DO"

TAG "do"
Il tag "do" consente di specificazione un'azione da svolgere nella card corrente. L'azione é assegnata ad una cosidetta soft-key che può essere attivata direttamente dall'utente; può essere un bottone grafico sul display del telefonino, un tasto funzione o speciale sulla tastiera, un comando ad attivazione vocale, etc.

<do type="azione" label="etichetta" name="nome">
go|refresh|prev|noop
</do>

Attributi principali
type Indica l‘azione da eseguire. Obbligatorio. Alcune delle azioni che possono essere specificate sono:
  • type="accept", esegue il contenuto del tag
  • type="prev ", torna all'ultima pagina visitata
  • type="reset", resetta il contesto del browser
  • type="unknow", non specifica alcuna azione
  • label Specifica l'etichetta di testo da associare alla soft-key, meglio non superare i 6 caratteri. Se non é possibile visualizzare alcuna etichetta, questo attributo sarà ignorato.
    name Definisce l'identificativo del tag. Da notare che, nella stessa card, non è possibile avere più di un tag "do" con lo stesso nome.

    Il comando "do" specificato all’interno di una card ha il sopravvento sul comando "do" eventualmente specificato nel template nel caso in cui il nome sia lo stesso.

    All'interno dell'elemento "do" é possibile specificare una delle seguenti azioni, descritte in dettaglio nel seguito:

    • go
    • prev
    • refresh
    • noop

    TAG AZIONE "go"
    Permette di specificare lo URL a cui saltare quando si seleziona quella soft-key. All'interno del tag "go" é poi possibile specificare anche il tag setvar per cambiare il valore di una o più variabili nella card di destinazione.

    <go href="url">
    <setvar nome="nome_variabile" value="valore_da_assegnare"/>
    </go>

    Attributi principali
    href Specifica lo URL a cui puntare.

    TAG AZIONE "prev"
    Permette di indirizzare la navigazione all'ultima card visitata, contenuta nell’history stack. All'interno del tag "prev" é poi possibile specificare anche il tag setvar per cambiare il valore di una o più variabili nella card di destinazione.

    <prev>
    <setvar nome="nome_variabile" value="valore_da_assegnare"/>
    </prev>

    Per assegnare alla soft-key 'back' il ritorno alla card precedente:

    <do type="accept" label="Back"> 
       <prev/>
    </do>

    TAG AZIONE "refresh"
    Il tag "refresh" forza il ricaricamento della card. Utile nel caso in cui il contenuto della card debba essere nuovamente visualizzato, magari per aggiornare qualche variabili.

    <refresh>
    <setvar nome="nome_variabile" value="valore_da_assegnare"/>
    </refresh>

    <do type="accept" label="Reload"> 
       <refresh/> 
    </do>

    TAG AZIONE "noop"
    Questo tag indica che non deve essere eseguita alcuna azione. E' solitamente utilizzato per sovrascrivere un eventuale tag "do" contenuto nel template.

    <noop/>

    STACK HISTORY
    Le specifiche WML prevedono l'implementazione di un history stack delle card visitate, cioé di un elenco all'interno del quale il microbrowser memorizza cronologicamente tutte le card visitate. Il tag <prev>, già incontrato diverse volte, consente di rimuovere dall'history la card visualizzata, tornando all'ultima card già visitata, un po' come siamo abituati a fare con i normali browser Internet. Differentemente da questi però non é possibile spostarsi in avanti sulla history stack poiché appunto il metodo <prev> rimuove la card corrente dallo stack che quindi non risulterà più disponibile nella memoria cache del microbrowser.

    L'history stack é strettamente correlato al browser context corrente e quindi quando questo viene reinizializzato dal codice per un qualsiasi motivo, anche l'history stack viene cancellato e reinizializzato. Alcuni microbrowser poi consentono di visualizzare l'history stack e compiere alcune semplici operazioni su di esso come la reinizializzazione dello stack oppure la possibilità di spostarsi immediatamente in una card precisa.

    Stampa questa pagina






    GSMWORLD...viaggio nel mondo del GSM...
    Copyright © Marcello Scatà 1997-2002 - Ultima modifica domenica 7 novembre 2004
    Execution time 14 ms