GSMWORLD.it



WAP
Home

Introduzione
Cos'é Wap?
Il WAP Forum
Perché Wap?
Architettura
WAP Gateway
WAP e Web server
Sicurezza
Stack WAP

Configurazione
FAQ
Glossario

WML
TUTORIAL
Indice
Cos'é il WML?
La sintassi
Formattazione
Il primo deck
Tag 'DO'
Link
Template e timer
Immagini
Variabili
Un deck completo
Form e input
Form e select
WAP browser
I nostri consigli

Risorse/Emulatori
Risorse/Toolkit

GSMWORLD
Home
Tecnologia
News
Ricerca
Glossario
Contattaci


Ricerca
Ricerca un termine
in GSMWORLD:



webstat
GSMWORLD.it

WAP: il futuro nel telefonino

Tutorial WML

 

Lezione 2.
LA SINTASSI DEL WML

Un po' di definizioni e regole sulla sintassi del WML.

TAG
I tag sono i descrittori del linguaggio WML. Il tag descrive un elemento della pagina WML; é definito da un nome unico e da alcuni attributi specifici. Ciascun tag é racchiuso dai simboli '<' e '>'.

<tag> Definisce l'inizio di un elemento, il tag può contenere degli attributi al suo interno.
</tag> Definisce la fine del tag.
<tag/> Nel caso di elementi vuoti (che non prevedono un testo tra i due tag delimitatori) é possibile utilizzare la forma contratta indicata, equivalente a <tag></tag>. Un esempio é il tag <br/> (line break).

E' obbligatorio utilizzare sempre il tag di chiusura, oppure la sua forma contratta. Ad esempio il linguaggio HTML permette di inserire una interruzione di linea con il tag <br> mentre il linguaggio WML richiede necessariamente una delle due forme equivalenti: <br></br> o <br/>.

ELEMENTO (Element)
Gli elementi specificano tutte le informazioni sia strutturali che di markup di un deck WML. Gli elementi possono essere formati da uno start tag, un contenuto specifico, opzionalmente altri elementi quindi un end tag; con la seguente struttura:

<tag>contenuto</tag>

oppure

<tag/>

ATTRIBUTO (Attribute)
Un elemento può prevedere più attributi inclusi all'interno dello start tag, di questi alcuni sono obbligatori e vanno sempre indicati, altri invece possono essere opzionali e omessi se non necessari. Il valore dell'attributo deve sempre essere racchiuso tra apici, singoli (') oppure doppi ("), mentre due attributi vanno separati ricorrendo ad uno spazio.

<tag attr="valore"/>

MAIUSCOLE/MINUSCOLE
Il WML é sensibile alle maiuscole/minuscole, differentemente dal HTML utilizzato nel Web. Elementi, attributi e tag vanno dichiarati in minuscolo, mentre va prestata molta attenzione al nome dato a card, Desk o variabili. Ad esempio pippo, Pippo, pIppo non referenziano la stessa variabile ma sono in realtà 3 variabili distinte.

SPAZI
In WML i caratteri Newline (hex. 10), Carriage Return (hex. 1D), Space (hex. 20) e Tab (hex. 9) sono tutti considerati indifferente come spazi. Un oculato utilizzo dei quattro caratteri menzionati può aumentare la comprensibilità delle vostre pagine WML. I seguenti due esempi di codice sono per ciò equivalenti, il secondo però é sicuramente molto più leggibile:

Esempio 1

<wml><card><p>Hello
World!
</p>
</card>


</wml>

Esempio 2

<wml>
   <card>
      <p>
         Hello World!
      </p>
   </card>
</wml>

CARATTERI "SPECIALI"
Alcuni caratteri, proprio come nel HTML, non sono direttamente esprimibili nel testo del documento; ad esempio i due caratteri < e > che nel testo possono essere utilizzati solo ed esclusivamente per circoscrivere un tag. Esistono però tre modi alternativi che permettono di specificare qualunque carattere del set tramite un formato unico ed indipendente:

  • nome mnemonico, ad esempio &lt; per indicare il carattere <
  • formato decimale, ad esempio &#123; (dove 123 indica in decimale il codice del carattere)
  • formato esadecimale, ad esempio &#x123; (dove 123 indica in esadecimale il codice del carattere)

Si riportano di seguito le più utilizzate abbreviazioni mnemoniche:

Carattere Mnemonico Decimale
" &quot; &#34;
& &amp; &#38;
' &apos; &#39;
< &lt; &#60;
> &gt; &#62;
  &nbsp; &#160;

Un esempio di utilizzo dei caratteri speciali:

<card id="specials" title="specials">
   <p>
      Maggiore: &gt;<br/>
      Minore: &lt;<br/>
      Virgolette: &quot;<br/>
   </p>
</card>
card Specials

CONTENT-TYPE
Perché il documento WML sia riconosciuto correttamente dal WAP browser é necessario impostare il tipo MIME della pagina. La sezione Dal Wap Gateway al Web Server può fornirvi alcune informazioni utili sull'argomento.

INTESTAZIONE DOCUMENTO
Tutte le pagine WML devono includere la definizione di tipo XML come prima riga:

<?xml version="1.0"?>
<!DOCTYPE wml PUBLIC "-//WAPFORUM//DTD wml 1.1//EN" "http://www.wapforum.org/DTD/wml_1.1.xml">

La prima riga indica la versione XML che si intende utilizzare, mentre le altre indicano dove si trova il descrittore del linguaggio che ne contiene la sintassi. Alcuni terminali richiedono questa dichiarazione all'inizio del WML, altri no. Meglio comunque specificarlo sempre.

COMMENTI
Si possono inserire nel testo sorgente della pagina WML alcuni commenti esplicativi proprio come nel HTML. I commenti verranno ignorati dal microbrowser che non li visualizzerà, possono occupare una riga intera oppure solo una parte di essa.

<!-- commento -->

Non é possibile "nidificare" più commenti, uno dentro l'altro.

Stampa questa pagina






GSMWORLD...viaggio nel mondo del GSM...
Copyright © Marcello Scatà 1997-2002 - Ultima modifica domenica 7 novembre 2004
Execution time 14 ms