GSMWORLD.it...viaggio nel mondo del GSM... GSMWORLD.it

Lo stack WAP

 

WIRELESS SESSION PROTOCOL (WSP)

A cura di: Pettisani Diego e Ullo Antonio
Coordinamento: Prof. Alfredo De Santis
Sistemi di elaborazione dell'informazione (Sicurezza su Reti)
Università di Salerno - Anno Acc.1999-2000

Il livello Session (vedi figura seguente), interfaccia direttamente il livello applicativo (WAE) ricoprendo lo stesso ruolo di HTTP della architettura Internet; i servizi offerti al superiore livello Application (WAE) sono orientati allo scambio dei contenuti in senso bidirezionale client/server. In particolare il livello WSP si fa carico di:

  1. Stabilire e rilasciare in modo sistematico sessioni di comunicazione tra client e server.
  2. Prendere accordi con l’entità di pari livello circa le funzionalità di protocollo da adottare utilizzando meccanismi di negoziazione (capability negotiation) simili a quelli visti in HTTP.
  3. Scambiare dati tra client e server usando codifiche compatte.
  4. Sospendere e riattivare le sessioni precedentemente aperte.


Stack protocol WAP

Inoltre, al livello compete la gestione dell’eventuale interruzione di transazioni in corso, la gestione delle Push information e la gestione della negoziazione delle caratteristiche di protocollo relative a sessioni multiple. Il livello WSP funziona al di sopra del livello Transaction (WTP) per una serie di servizi connection oriented e direttamente sul livello Datagram (WDP) per un'altra serie di servizi connectionless oriented. La sicurezza del collegamento è demandata al livello opzionale WTLS.

WSP è di fatto un HTTP espresso in forma binaria compatta, forma imposta dalla ristrettezza di banda delle reti wireless e dalla limitata capacità di memoria dei terminali wireless. Infatti, come in HTTP gli header usati in questo livello definiscono il tipo di dato, il set di caratteri, i linguaggi naturali componenti i frame etc, etc che caratterizzano le informazioni ipertestuali destinate da e per il livello Application.

Il ciclo di vita di una sessione non dipende dal livello inferiore Transaction (WTP) ma ha una sua durata indipendente e completamente autogestita; sono previste a tal proposito sospensioni di sessioni ovvero uno stato di sessione intermedio tra lo stato di apertura e chiusura di una sessione che può essere riabilitato in un secondo momento senza ri-negoziare e ri-inizializzare la sessione in essere. Gli stati intermedi di sessione si rendono necessari nei protocolli dedicati alle reti wireless perché è fortemente probabile che durante transazioni in corso il client non sia temporaneamente raggiungibile a causa di rapsodiche mancanze della copertura radioelettrica offerta da parte della rete wireless utilizzata; la mancanza dei suddetti stati intermedi provocherebbe un inutile reimpiego di risorsa radioelettrica per ri-inizializzare il processo di apertura della sessione.

L'informazione Pull (ovvero un informazione chiesta dal client al server) viene gestita dal WSP con i medesimi meccanismi di Request e Respond di HTTP; dunque una richiesta del client si esaurisce con una associata risposta di servizio del server. L'informazione Push (ovvero un informazione mandata spontaneamente dal server al client senza che quest'ultimo nè abbia fatto richiesta) viene gestita dal WSP in base a tre modalità d'invio:

La gestione della informazione Push assume così una modellizzazione dotata di estrema flessibilità. Si possono effettuare invii affidabili (reliable) utilizzando sia la prima che la seconda modalità a seconda se necessiti avere conferma o meno della avvenuta ricezione dell’informazione a destinazione. In questo caso il livello WSP si interfaccia con il livello WTP. La terza modalità offre un metodo assai veloce di destinazione della informazione seppur non affidabile non essendo lo stesso sottoposto al controllo di sessione. In questo ultimo caso il livello WSP si interfaccia direttamente con il livello WDP.

Le primitive del livello WSP, ovvero i moduli di servizio offerti al livello Application, sono raggruppate in due macro classi: primitive connection oriented e primitive connectionless oriented.

Le primitive connection oriented sono strutturate a seconda delle funzionalità che esse stesse offrono. Avremo primitive di tipo:

Le primitive connectionless oriented offrono servizi non confermati (inoltre la comunicazione tra le entità può essere instabile) che possono essere usati per lo scambio di dati tra gli utenti del protocollo.



DISCLAIMER GSMWORLD.it consente all'utente di utilizzare il contenuto della presente pagina a condizione che: a) il documento serva solo a scopi informativi; b) il documento sia usato solo per scopi personali e comunque non commerciali; c) si faccia riferimento all'autore, quando il documento viene usato. GSMWORLD.it non si assume alcuna responsabilità per qualsiasi materiale realizzato o pubblicato da Terzi che sono linkati direttamente da questa pagina. Tutti i marchi, i nomi dei prodotti e dei servizi citati sono registrati dai rispettivi proprietari.

Copyright © Marcello Scatà 1997-2002
URL http://www.gsmworld.it/wapmania/default.asp?url=wsp.asp
Stampato domenica 5 febbraio 2023 01:37:00