webstat GSMWORLD.it
GSMWORLD.it: News online Stampa questa pagina
I buoni motivi per non tentare false ricariche

 

21 SETTEMBRE 2000. Fate attenzione a chi vi suggerisce strani modi per ricaricare furtivamente le vostre SIM.

di Emiliano Ticci

MOLTO IMPORTANTE: Questo tutorial è scritto solo ed esclusivamente a scopo informativo: l'autore sconsiglia vivamente di tentare con qualsiasi metodo la ricarica fasulla di telefoni cellulari e non si assume nessuna responsabilità per l'uso che potrà essere fatto di queste informazioni. Si ricorda inoltre che qualora un telefono venisse ricaricato senza prima aver acquistato l'apposita tesserina si tratterebbe di reato punibile ai sensi del Codice Penale.

Con questo articolo cercherò di fare chiarezza su un argomento che affascina sicuramente molte persone: se qualcuno di voi come me é appassionato di telefonia cellulare si sarà qualche volta chiesto se é possibile ricaricare il proprio telefonino "a scrocco", cioè inserendo un codice segreto falso, magari ricavato con un programma che avete trovato nell’immensità della grande rete. Bè, io per quanto poco ne possa sapere vi regalo subito una mia opinione: secondo me non é impossibile, in quanto ho ragione di credere che i programmi funzionino perfettamente, ma non é neanche semplice, per alcuni motivi che adesso vi spiegherò: ma cominciamo parlando dei programmi che generano ricariche: io sono a conoscenza di due software, uno per Tim e uno per Omnitel, e vi parlerò innanzitutto del primo. Si tratta di un programma realizzato in Visual Basic 5 (mi sembra) che crea autonomamente codici di ricarica presumibilmente validi. Il problema principale é questo: io ho provato a generare un po’ di codici, e dopo 22 tentativi ho ottenuto 20 codici diversi e 2 doppioni, e facendo un calcolo molto approssimativo si capisce che le combinazioni totali del programma non sono moltissime (il calcolo ci dice 250 circa, ma questo é un dato da prendere con le molle).

Se consideriamo il fatto che il programma é stato creato chissà quanto tempo fa, la probabilità di beccare un codice ancora valido tra quelli che lui propone é paragonabile a quella di fare un canestro da fondo campo bendati e a testa in giù, specie se consideriamo un altro problema, per niente secondario: la Tim (come le altre compagnie, perlomeno Wind, ma penso anche Omnitel e Blu) concede all’utente la possibilità di sbagliare il codice di ricarica fino a 9 volte dopodichè blocca la possibilità di effettuare ricariche.

Il conteggio degli errori é cumulativo, quindi rimane in memoria anche per le ricariche successive e non è azzerabile in nessun modo, visto che viene gestito direttamente dalla centrale del nostro gestore telefonico. Le uniche persone che possono intervenire su questo "contatore" sono gli operatori della compagnia telefonica. Ma veniamo ad esaminare il generatore di ricariche Omnitel: trattasi di un programma che gira sotto Dos e che, a partire da una ricarica usata, genera altri numeri di ricariche validi, utilizzando un semplice algoritmo che accomuna migliaia di tesserine Omnitel. Anche in questo caso si ripropone il problema di cui sopra: noi non possiamo sapere se quei codici che ci vengono forniti sono già stati usati da qualcuno o meno, considerato che ne vengono generati più di 10.000 é anche possibile che ce ne sia qualcuno valido, ma come facciamo a sapere qual’è? Non sono sicuro al 100%, ma molto probabilmente (anzi sicuramente) anche per Omnitel vale il discorso fatto per Tim, cioè che non si possono sbagliare più di un certo numero di tentativi di ricarica. Per quanto riguarda Wind non ho notizie dell’esistenza di generatori di ricariche false, l’unica cosa di cui sono sicuro é che il limite di 9 tentativi esiste anche in questo caso; del quarto gestore, Blu, non ho avuto nessuna notizia per adesso. Dicevamo che se l'utente supera un certo numero di errori la carta Sim viene bloccata: la riattivazione di quest'ultima è possibile solo attraverso la centrale del gestore telefonico (non ho altre informazioni in merito).

Ho sentito dire che in altri paesi Europei esistono delle specie di grey lists o black lists, vale a dire degli elenchi delle persone che hanno subito uno o più blocchi della carta Sim, e anche se in Italia sembra che le compagnie non adottino sistemi del genere, vi consiglio di non insistere più di tanto nel farvi bloccare la scheda (sempre che riusciate ogni volta a farvela sbloccare), perchè se dalla centrale si accorgono in qualche modo che siete recidivi non so a cosa possiate andare incontro (sicuramente niente di buono). Con tutte queste belle parole vorrei solamente mettere in guardia tutti gli utenti inconsapevoli da quelli che sono i rischi di una tecnologia che é si diffusissima, ma che é anche sconosciuta a gran parte di coloro che ne fanno quotidianamente uso. Con l’occasione ricordo come sempre che non mi ritengo responsabile dei disastri che combinerete con i vostri telefonini e che queste parole sono scritte puramente a scopo informativo, e ricordate che le ricariche si comprano e non si rubano. Se volete esprimere le vostre opinioni e/o critiche scrivetemi a webramengox@libero.it.

Emiliano Ticci
webramengox@libero.it
TEQUILA GROUP

News ultimi 15 giorni    |     News ultimi 30 giorni    |     Sommario    |     Sezioni


DOMANDA & RISPOSTA
Suonerie personalizzate per Motorola
Se in questa pagina avete trovato una sigla, un acronimo, un termine oppure
una abbreviazione che non conoscete, provate a ricercarne il significato in GSMWORLD.it.
GLOSSARIO
dei termini
Cerca in GSMWORLD.it Cerca acronimo o sigla


  Home     FAQ     Tips&Tricks     GSM     Tecnologia     News     Ricerca     Glossario     Per contattarci  
Copyright © Marcello Scatà 1997-2004
Disclaimer - Note legali